Venerdì, 18 Giugno 2021

Società cooperative – costituzione e atto costitutivo

 

Costituzione

Per costituire la società cooperativa bisogna avere vari requisiti:

  1. numero minimo di soci: nove se la società adotta le norme della S.p.a.; tre se la società adotta le norme della S.r.l. La società si scioglie e deve essere posta in liquidazione se il numero dei soci scende al di sotto del minimo e non è reintegrato nel termine massimo di un anno.
  2. denominazione sociale: la denominazione sociale può essere formata liberamente, ma deve contenere l'indicazione di società cooperativa. Le società cooperative a mutualità prevalente devono indicare negli atti e nella corrispondenza il numero di iscrizione presso l'apposito albo;
  3. regolamenti: l’attività mutualistica può essere disciplinata da appositi regolamenti predisposti dagli amministratori e approvati dall’assemblea straordinaria;
  4. requisiti soggettivi: non possono essere soci coloro che esercitano in proprio imprese in concorrenza con quella della cooperativa. Tali requisiti non sono però richiesti per i soci sovventori;
  5. pubblicità: l'atto costitutivo deve essere iscritto nel registro delle imprese e con l'iscrizione la società cooperativa acquista personalità giuridica. Le cooperative che intendono godere dei benefici fiscali e delle altre agevolazioni sono poi tenute all'iscrizione nel nuovo albo delle società cooperative, a cura del ministero dello sviluppo economico;
  6. conferimenti: la disciplina dei conferimenti e delle prestazioni accessorie è identica a quella dettata per la S.p.A., salvo che lo statuto non abbia optato per la disciplina della S.r.l

  

Atto Costitutivo

Per quanto riguarda il contenuto dell'atto costitutivo, esso coincide in buona parte con quello stabilito per la società per azioni. È tuttavia necessario inserire:

  1. l'indicazione specifica dell'oggetto sociale con riferimento ai requisiti ed agli interessi dei soci;
  2. le condizioni per l'eventuale recesso e per l'esclusione dei soci;
  3. i requisiti e le condizioni per l'ammissione di nuovi soci e il modo e il tempo in cui devono essere eseguiti i conferimenti, specificandosi che si deve trattare di criteri non discriminatori coerenti con lo scopo mutualistico e l'attività economica svolta;
  4. le regole per la ripartizione degli utili e i criteri per la ripartizione dei ristorni.

                                                                                                                                      

                                                                                                                                                                   Alessandro D’Antonio

 

Bibliografia: 

G. Campobasso, “Manuale di diritto commerciale”, Roma, Utet, 2012; 

A. Gambino, Daniele U. Santosuosso, “Fondamenti di diritto commerciale vol.2”, Torino, Giappichelli Editore, 2007;

 www.dirittoprivatoinrete.it 

 

DOWNLOAD ARTICOLO IN FORMATO PDF (RISERVATO MEMBRI GRUPPO "D'ANTONIO CONSULTING TRAINING")  



Sede principale
ROMA
Via Sicilia, 50  (00187)

 

 

Criminologia Bancaria

"White Collar Crime"

 

    tel +39 06 87768288
  tel +39 06 5500234
                    mail: info@dantonio-consulting.it