Venerdì, 18 Giugno 2021

Funzioni del revisore contabile

Funzione principale, ma non esclusiva, del revisore contabile è quella di controllare la regolare tenuta della contabilità, ed esprimere un giudizio sul bilancio di esercizio e sul bilancio consolidato.

il giudizio espresso dal revisore può essere graduato secondo quattro livelli:

  • giudizio positivo senza rilievi. In tal caso il bilancio è veritiero e ben redatto;
  • giudizio positivo con rilievi. Accade quando il revisore, pur dando un giudizio positivo sulla tenuta della contabilità, ha dei dubbi su alcuni aspetti del bilancio come, ad esempio, la scelta dei principi contabili utilizzati.
  • giudizio negativo;
  • impossibilità di esprimere un giudizio. In tal caso sussistono fondati dubbi sulla continuità aziendale.

Nei ultimi tre casi il revisore deve esporre analiticamente nella relazione i motivi della propria decisione.

Inoltre, in caso di giudizio negativo o di dichiarazione di impossibilita ad esprimere un giudizio, il revisore ha l’obbligo di informare immediatamente la CONSOB.

Nell’espletamento delle proprie funzioni, il revisore ha diritto di chiedere e ottenere dagli amministratori documenti e notizie utili per la revisione e può procedere autonomamente a ispezioni e controlli.

                                                                                                                                    Alessandro D’Antonio

 

Bibliografia:

G. Campobasso, “Manuale di diritto commerciale”, Roma, Utet, 2012;

A. Gambino, Daniele U. Santosuosso, “Fondamenti di diritto commerciale vol.2”, Torino, Giappichelli Editore, 2007;

www.dirittoprivatoinrete.it 

 

DOWNLOAD ARTICOLO IN FORMATO PDF (RISERVATO MEMBRI GRUPPO APPUNTI WIKIDANTO)

 



Sede principale
ROMA
Via Sicilia, 50  (00187)

 

 

Criminologia Bancaria

"White Collar Crime"

 

    tel +39 06 87768288
  tel +39 06 5500234
                    mail: info@dantonio-consulting.it