Venerdì, 18 Giugno 2021

Compenso degli amministratori

Il c.c. afferma che gli amministratori hanno diritto ad un compenso per la loro attività. Il compenso può consistere in tutto o in parte, anche:

  • in una partecipazione agli utili della società;
  • nell'attribuzione del diritto di sottoscrivere, a un prezzo predeterminato, le azioni di futura emissione (c.d. stock options). A tal fine è necessario che venga deliberata dall'assemblea straordinaria l'esclusione del diritto di opzione degli azionisti.

Indipendentemente dalle modalità prescelte, il compenso deve essere determinato dall'atto costitutivo o dall'assemblea o all'atto della nomina.

Per gli amministratori investiti di particolari cariche (ad esempio amministratore delegato), la remunerazione è invece stabilita dallo stesso consiglio d'amministrazione, sentito il parere del collegio sindacale.

                                                                                                                                                                                             Alessandro D’Antonio

 

 

Bibliografia:

G. Campobasso, “Manuale di diritto commerciale”, Roma, Utet, 2012; 

A. Gambino, Daniele U. Santosuosso, “Fondamenti di diritto commerciale vol.2”, Torino, Giappichelli Editore, 2007;

www.dirittoprivatoinrete.it

 

DOWNLOAD ARTICOLO IN FORMATO PDF (RISERVATO MEMBRI GRUPPO APPUNTI WIKIDANTO)  

 

 

 

 



Sede principale
ROMA
Via Sicilia, 50  (00187)

 

 

Criminologia Bancaria

"White Collar Crime"

 

    tel +39 06 87768288
  tel +39 06 5500234
                    mail: info@dantonio-consulting.it