Venerdì, 18 Giugno 2021

Diritto di intervento in assemblea

Possono intervenire in assemblea, oltre agli amministratori e ai sindaci:

  1. il rappresentante comune degli azionisti di risparmio e degli obbligazionisti;
  2. i soggetti che pur non essendo soci hanno diritto di voto, come l'usufruttuario o il creditore pignoratizio;
  3. gli azionisti con diritto di voto.

Non hanno diritto di intervento, invece, gli azionisti senza diritto di voto - ad esempio l’azionista moroso e gli azionisti di risparmio – eccezion fatta per il socio che ha dato le proprie azioni in pegno o in usufrutto.

In realtà, lo Statuto può subordinare il suddetto intervento ad alcuni adempimenti: il preventivo deposito delle azioni presso la sede della società o presso le banche indicate nell'avviso di convocazione.

Infine, lo statuto può consentire l'intervento all'assemblea mediante mezzi di telecomunicazione o l'espressione del voto per corrispondenza. Chi esprime il voto per corrispondenza si considera come intervenuto all'assemblea.

                                                                                                                                                                                          Alessandro D’Antonio

 

                                                                                                                                                                                               

Bibliografia:

G. Campobasso, “Manuale di diritto commerciale”, Roma, Utet, 2012;

A. Gambino, Daniele U. Santosuosso, “Fondamenti di diritto commerciale vol.2”, Torino, Giappichelli Editore, 2007;

www.dirittoprivatoinrete.it

 

DOWNLOAD ARTICOLO IN FORMATO PDF (RISERVATO MEMBRI GRUPPO APPUNTI WIKIDANTO )

 

 



Sede principale
ROMA
Via Sicilia, 50  (00187)

 

 

Criminologia Bancaria

"White Collar Crime"

 

    tel +39 06 87768288
  tel +39 06 5500234
                    mail: info@dantonio-consulting.it