Venerdì, 18 Giugno 2021

S.p.A. – società per azioni unipersonale

Il codice del 1942 vietava la costituzione di una società per azioni da parte di una singola persona e sanciva la nullità della società in mancanza di pluralità di soci fondatori.

Stabiliva, inoltre, che in caso di insolvenza di tale tipologia di società, il socio unico era responsabile illimitatamente per le obbligazioni assunte dall’impresa.

Identici principi erano dettati anche per le società a responsabilità limitata (s.r.l.).

La riforma del 2003:

  • ha ammesso la possibilità che una società per azioni sia costituita da un unico socio fondatore mediante atto unilaterale;
  • ha stabilito il principio della responsabilità limitata anche nel caso di società per azioni unipersonale, ma a condizione che venga rispettata la normativa specifica della S.r.L. relativa a:
    1. conferimenti;
    2. pubblicità.

Con riguardo ai conferimenti, sia in sede di costituzione della società , sia in sede di aumento del capitale sociale, l'unico socio è tenuto a versare integralmente, al momento della sottoscrizione, i conferimenti in denaro (si ricorda che nel caso della S.r.L. unipersonale è previsto il versamento del 25% in sede di sottoscrizione).

Con riferimento alla pubblicità, per consentire l'agevole identificazione dell'unico socio i dati anagrafici dello stesso devono essere iscritti nel registro delle imprese a cura degli amministratori. Inoltre, per consentire ai terzi di conoscere se la società è unipersonale, negli atti della corrispondenza della società (non della denominazione) deve essere indicato se questa ha un unico socio.

Una disciplina più rigida, in realtà, non è prevista solo per i conferimenti e per la pubblicità, ma anche nei rapporti tra il socio e la società: al fine di assicurare una maggiore trasparenza il c.c. stabilisce che i contratti fra società ed unico socio e le operazioni a favore dello stesso (ad esempio il rilascio di una fideiussione) sono opponibili ai creditori della società solo se risultano dal libro delle adunanze e delle deliberazioni del consiglio di amministrazione o da atto scritto avente data certa anteriore un eventuale pignoramento.

                                                                                                                                                                                 Alessandro D'Antonio

 

Bibliografia:

G. Campobasso, “Manuale di diritto commerciale”, Roma, Utet, 2012;

A. Gambino, Daniele U. Santosuosso, “Fondamenti di diritto commerciale vol.2”, Torino, Giappichelli Editore, 2007;

www.dirittoprivatoinrete.it

 

DOWNLOAD ARTICOLO IN FORMATO PDF (RISERVATO MEMBRI GRUPPO WIKIDANTO APPUNTI)

 



Sede principale
ROMA
Via Sicilia, 50  (00187)

 

 

Criminologia Bancaria

"White Collar Crime"

 

    tel +39 06 87768288
  tel +39 06 5500234
                    mail: info@dantonio-consulting.it